Nanga: Fra rispetto e pazienza come ho corteggiato la montagna che chiamavano assassina

Quella di Moro per il Nanga Parbat una scintilla scoccata da ragazzino che con il passare degli anni cresciuta fino a diventare una passione travolgente Nell estate del 2003 finalmente Moro pu toccarne con mano le pareti, ma il suo tentativo di raggiungere la vetta fallisce l inizio di un corteggiamento durato tredici anni, che l autore racconta in questo libro avvincente ed emozionante La storia di un impresa d a.
Nanga Fra rispetto e pazienza come ho corteggiato la montagna che chiamavano assassina Quella di Moro per il Nanga Parbat una scintilla scoccata da ragazzino che con il passare degli anni cresciuta fino a diventare una passione travolgente Nell estate del finalmente Moro pu toccarn

  • Title: Nanga: Fra rispetto e pazienza come ho corteggiato la montagna che chiamavano assassina
  • Author: Simone Moro
  • ISBN:
  • Page: 268
  • Format: Formato Kindle
  • Nanga Parbat Il Nanga Parbat in urdu , montagna nuda , conosciuto anche come Nangaparbat Peak o Diamir in sanscrito montagna degli dei , la nona montagna pi alta della Terra con i suoi metri s.l.m situata in Pakistan. il secondo ottomila dopo l Annapurna per indice di mortalit, ovvero rapporto tra numero delle vittime e numero degli scalatori giunti in vetta, con Tomasz Mackiewicz Tomasz Mackiewicz, soprannominato Czapkins Dzia oszyn, gennaio Nanga Parbat, gennaio , stato un alpinista polacco. stato il primo scalatore, assieme all alpinista francese lisabeth Revol, a completare la via Messner Eisendle sul Nanga Parbat m ft , nota anche come la Montagna Assassina, in Pakistan.Tale primato gli costato la vita poich non Soli a quota ottomila nella zona della morte cronaca La montagna assassina di fine Ottocento non esiste Ma il Nanga Parbat quanto di pi simile ci possa essere Soli a quota ottomila nella zona della morte di LEONARDO BIZZARRO Prime Pagine Il Post dalla redazione febbraio La plastica, spiegata bene febbraio Il Post in circolazione Occasioni per vedersi e imparare delle cose, nelle prossime due settimane gennaio Tra ricordi e progetti, alla scoperta di Daniele Nardi Telefonate di questo tipo, non sono infrequenti, tra me e Daniele Nardi Perch pi della fama, della notoriet, delle due righe sul giornale, addirittura pi del pur doveroso riconoscimento Messner, i anni della scalata all Everest e il suo Fra le celebrazioni per l impresa del senza ossigeno e il suo nuovo film su un salvataggio in Nepal, Reinhold Messner racconta il rispetto per la montagna MummeryPost , the journal Daniele Nardi Il tuo racconto da brividi.e la polvere ghiacciata che te se ficca all ossa e come arriva quella dal Nanga fino qua in Ciociaria, arriva pure il fuoco che scalda anima e cuore. quello del tuo entusiasmo. la forza che hai sempre avuto e che anche quest anno ti sostiene con la stessa intensit e sar pure follia. questo l ossigeno dei sogni e grazie di farci La lettera del giorno Soprusi al call center, ma perch sono da qualche tempo impiegato in un call center dell Isola Una realt che non conoscevo, e un lavoro che ho accettato perch l unico, di questi tempi, che mi consente, in qualche modo, di Noi malati di Asperger, dimenticati dal lavoro e dalla Noi malati di Asperger, dimenticati dal lavoro e dalla societ La lettera di un malato che chiede pi rispetto e attenzione per le persone che si trovano nella sua condizione Giappone nell Enciclopedia Treccani Stato insulare dell Estremo Oriente Il nome in lingua locale Nippon koku nella forma classica Nihon koku nella parlata comune deriva dalla lettura giapponese del nome cinese del Giappone, Jih Pen Kuo il paese dell origine del sole Giappone, insieme con le omologhe forme nelle altre lingue occidentali, viene dalla corruzione Zipangu di questo medesimo nome, introdotta in Europa

    1 thought on “Nanga: Fra rispetto e pazienza come ho corteggiato la montagna che chiamavano assassina”

    1. Un libro bellissimo che racconta in maniera dettagliata e precisa il percorso seguito da Simone Moro per diventare il primo uomo a scalare il Nanga Parabat in inverno senza ossigeno. Ho letto questo libro perché avevo sentito parlare più volte di questa mitica impresa ed ero molto curioso di sapere come fosse andata realmente. Nonostante non sia un alpinista ne un appassionato di sport alpini ho compreso ogni parte del racconto senza nessun problema. Onestamente ho trovato un po' troppo prolis [...]

    2. Ho letto prima di questo libro, quello di Tamara Lunger (Io, gli ottomila e la felicità) e si può dire che possano andare a braccetto. In entrambi si racconta l'esperienza della scalata invernale al Nanga Parbat. Aver letto prima il libro di Tamara, mi ha certamente avvantaggiato, in quanto ho avuto modo di vedere la storia anche narrata da un altro punto di vista.I libri di Simone Moro però non sono mai banali, io li trovo sempre avvincenti, e li divoro molto spesso in pochi giorni. E questo [...]

    3. Mi è piaciuto molto lo stile di Simone Moro, diversamente da molti altri scrittori di libri di imprese in montagna, lui non accentua mai le difficoltà ne ingrandisce le polemiche, ma riesce benissimo nel farti sentire dentro la sua avventura, al punto che ho usato Google Earth per rivedere da vicino le vie e i passaggi di cui lui parla. Letto in due giorni!

    4. Un bel libro. Simone Moro è un uomo d'azione, in sostanza il libro è stato creato trascrivendo i discorsi fatti tra un viaggio e l'altro. Non aspettatevi quindi una forma particolarmente curata, in alcuni punti sono presenti delle inesattezze.Per il resto il libro si legge molto piacevolmente, le straordinarie avventure di Simone Moro e la sua sconfinata passione per l'alpinismo e l'alta quota traspaiono bene in questo libro. La parte più interessante a mio parere è la seconda, dove Moro nar [...]

    5. Libro scritto benissimo e molto scorrevole, racconta una storia vera in stile diretto e appassionante. Adatto anche a chi non è particolarmente appassionato di letture, ad esempio ai maschietti, che amano le avventure e i racconti, ma che raramente si mettono a leggere un libro. Il ritmo di scrittura è veramente travolgente, si fa fatica a chiudere il libro per la curiosità di sapere come va a finire. Il fatto che poi sia una storia vera lo rende sicuramente ancor più affascinante. Ti trasc [...]

    6. Bellissimo libro scritto dal grande Simone Moro a seguito della spettacolare impresa da lui realizzata nel raggiungere la vetta del Nanga Parbat in prima invernale, con Alex, Ali e Tamara che purtroppo non ha raggiunto la sommità per soli 70 metri.

    7. si è rivelato un bel libro di avventure in montagna, appassionante e piacevole da leggere, senza inutili autocelebrazioni e indugi sulla grande carriera di Simone Moro

    8. Non sono un alpinista ma ho trovato questo libro veramente interessante e avvincente, l'ho letto in pochi giorni anche perché la scrittura è molto scorrevole

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *