Christiane F. La mia seconda vita

Era il 1978 quando due giornalisti seguirono Christiane e i suoi amici negli angoli pi bui della metropolitana di Berlino Fu un viaggio all inferno, raccontato in un libro che divenne il simbolo di una generazione falciata e trasform la protagonista nell incarnazione dell inquietudine giovanile Trentacinque anni dopo, Christiane ci impressiona e ci commuove come allora raccontandoci un intera vita di solitudine e disperazione la disintossicazione, gli anni felici e folli insieme agli idoli del rock e della letteratura, le ricadute, la lotta per la sopravvivenza in un carcere femminile, le amicizie pericolose, le malattie gli aborti, e un figlio adolescente di cui le stata sottratta la custodia Non ho pi niente Non ho pi amici, e nessuno pu immaginare cosa mi tocca passare ancora oggi, solo perch sono quella che sono Sono questi i momenti in cui guardo fuori dalla finestra e mi chiedo Far poi cos male buttarsi di sotto Christiane non ha paura di scoprirsi, ed ancora una volta la sua spietata onest a fare di questo memoir un racconto coraggioso e commovente lo sono e rester sempre una star del buco Un animale da fiera Una bestia rara Una ragazza dello zoo di Berlino.
Christiane F La mia seconda vita Era il quando due giornalisti seguirono Christiane e i suoi amici negli angoli pi bui della metropolitana di Berlino Fu un viaggio all inferno raccontato in un libro che divenne il simbolo di un

  • Title: Christiane F. La mia seconda vita
  • Author: Christiane V. Felscherinow
  • ISBN: 8817079502
  • Page: 434
  • Format:
  • Christiane F Noi, i ragazzi dello zoo di Berlino Christiane F Noi, i ragazzi dello zoo di Berlino Christiane F Wir Kinder vom Bahnhof Zoo un film del diretto da Uli Edel. Il film, ispirato alla storia vera di Christiane Vera Felscherinow, ambientato tra il e il la sceneggiatura basata sull omonimo libro, e contribu alla fama della storia di Christiane, rendendo nota nel mondo occidentale la Christiane Vera Felscherinow Christiane Vera Felscherinow, nota anche con lo pseudonimo di Christiane F Amburgo, maggio , una scrittrice e musicista tedesca, autrice con i giornalisti Kai Hermann e Horst Rieck del libro Wir Kinder vom Bahnhof Zoo tradotto in italiano con il titolo Noi, i ragazzi dello zoo di Berlino , pubblicato per la prima volta come allegato Moi, Christiane F ans, drogue, prostitue Moi, Christiane F ans, drogue, prostitue peut dsigner Moi, Christiane F ans, drogue, prostitue , un livre paru en Moi, Christiane F sphstigers South Pasadena High School South Pasadena High School caters to ninth through twelfth grade in South Pasadena, California It is part of the South Pasadena School District. Is This Your Perimenopause Transition Christiane Christiane Northrup, M.D Christiane Northrup, M.D is a visionary pioneer and a leading authority in the field of women s health and wellness. Moi, Christiane F. ans, drogue et prostitue film Moi, Christiane F. ans, drogue et prostitue est un film ralis par Uli Edel avec Natja Brunckhorst, Thomas Haustein Synopsis Christiane, une jeune berlinoise de Trailer du film Moi, Christiane F. ans, drogue et j aimerai voir le film de cristiane f et aussi avoir le livre est que ha une perssone que le conait je trouve que cst une tres triste histoire mais c est la realite de notres jours Why I Won t Take These Safe Drugs Christiane Many of the most popular drugs being prescribed for millions have significant side effects that just don t outweigh the risks There are four drugs, which are frequently prescribed to women, that fall into this category Read on to find Wir Kinder vom Bahnhof Zoo Dieser Artikel behandelt das Buch, fr den Film siehe Christiane F Wir Kinder vom Bahnhof Zoo. Christiane Torloni Wikipdia, a enciclopdia livre Christiane Maria dos Santos Torloni So Paulo, de fevereiro de uma atriz brasileira

    1 thought on “Christiane F. La mia seconda vita”

    1. Ho letto il primo libro quando ero troppo piccola,mi ha spaventata così tanto che non ho mai provato neanche una canna. Lì c'era una lucidità feroce che spiazzava e faceva amare Christiane,qui c'è confusione,delirio di onnipotenza e un sacco di scusanti. Si avverte penosa la mancanza dei genitori o qualsivoglia famigliare che l'avesse un po' a cuore. Credo che come madre abbia fatto del suo meglio e auguro con tutto il cuore a suo figlio una vita serena. Incontrerete una Christiane diversa c [...]

    2. Direi che chi ha letto il primo libro “Noi i ragazzi dello zoo di Berlino” non può sicuramente non leggere questa seconda parte sulla vita di Christiane. Avrei tralasciato qualche descrizione di luoghi e personaggi un po’ troppo prolissa per i miei gusti, ed avrei inserito qualche dettaglio in più sulla vita quotidiana attuale della protagonista. D’altronde è la curiosità che spinge il lettore ad acquistare questo libro. Sono rimasta con qualche punto di domanda in sospeso ma credo s [...]

    3. Consiglio la lettura a chi si è affezionato al primo libro, come la sottoscritta.Purtroppo in questo traspare la vita triste e sconclusionata della protagonista, a tratti si leggono delirii di onnipotenza e situazioni considerate "strafighe" che non sono altro che festini a base di droga. Alcuni episodi poi li reputo puramente inventati o romanzati.Purtroppo non ci si può liberare facilmente dai propri demoniSicuramente consigliato a livello didattico.

    4. Ero una ragazzina e mi aveva molto impressionato la sua storia. Mi ero sentita molto empatica verso questa adolescente che dava un affresco sociale, crudo e disarmante di una generazione, un luogo Sinceramente questo libro mi è risultato poco scorrevole. Non dico "noioso", perché si tratta comunque di un dramma. Ma è un elenco di fatti. E delle volte, lo ammetto, mi è risultato irritante. Come psicologa e persona posso comprendere i meccanismi, la disperazione e tutto quel che ha vissuto e v [...]

    5. Operazione commerciale, volgare ed inutile.Non posso dare solo la colpa alla protagonista del libro, che forse aveva bisogno di soldi, ma la giornalista che qui ha partecipato ha fatto un pessimo lavoro. Scritto male, un semplice, breve, elenco delle cose capitate, dialoghi praticamente assenti, sentimenti e partecipazione completamente trascurati. Noioso, inutile.

    6. Credo di averlo letto più per curiosità che per piacere. Infatti mi ha trasmesso solo una gran tristezza e ho pensato: ecco un'altra vita buttata alle ortiche. Siccome non conoscevo il seguito mi ha deluso scoprire che alla fine nulla e' cambiato in Christiane, continua ad essere posseduta dalla droga che prende e lascia a fasi alterne. Peccato. Comunque la certezza più grande che ne ho ricavato e' che comunque vada e per quanto un tossico si impegni, il pensiero della droga, più o meno late [...]

    7. Ricordo quegli anni, anche se ero una bambina. Alcuni miei cugini erano nel giro e la morte se li è portati via per complicazioni legate all'uso della droga. Credo che questo libro vada letto ma non giudicato perché parla di reale vita vera che tuttora noi sperimentiamo e non riuscivamo pertanto a vedere la vicenda con sufficiente distacco. Da leggere per capire che non sempre c'è un lieto fine e che a volte è necessario imparare a nuotare nel guano dell'esistenza.

    8. Il primo libro è scolpito nella mia mente perchè l' ho letto da ragazzina e mi ha molto colpito come il film. sapere che lei è ancora viva e come è proseguita la sua vita era una curiosità e piano piano leggendo il libro mi ci sono affezionata ancora di più.Scritto abbastanza bene, a tratti però mi sono persa nelle date.

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *